LA GRANDE BIBBIA D’EUROPA – Edizione numerata

LA GRANDE BIBBIA D’EUROPA – Edizione numerata

La Grande Bibbia d’Europa è costituita da due volumi (per complessive 1800 pagine) di grande formato con il testo biblico integrale della nuovissima versione delle Edizioni San Paolo. L’opera è riccamente illustrata da oltre 4.000 miniature, a sei colori, tratte dal codice medievale del XIII secolo, custodito presso il tesoro della Cattedrale di Toledo, noto agli esperti come la Bibbia di San Luigiun capolavoro assoluto dell’arte miniata e documento di un’epoca che ha anticipato la cultura del mondo moderno. L’opera ci conduce alle radici cristiane dell’Europa, riportando alla luce un patrimonio d’arte e di cultura che storicamente appartiene al Medioevo, ma che ancora oggi illumina il dibattito laico e religioso sulla formazione e sull’organizzazione dell’Unione Europea.

Il codice miniato del XIII secolo, denominato “Bibbia di San Luigi”, nasce in Francia  (1226-1234) per l’ammaestramento di un Re. Il codice originale, oltre 600 fogli in pergamena, è custodito gelosamente da otto secoli nel Tesoro della Cattedrale di Toledo, ed ha generato innumerevoli studi di storia, di teologia e di esegesi biblica; ma, soprattutto, contiene 4.887 miniature di irripetibile e incomparabile bellezza, un vero patrimonio dell’umanità.

La Scrittura Sacra contiene nel suo grembo la Parola suprema, divina, eterna, trascendente, espressa però in parole umane e in lingue storiche come l’ebraico, l’aramaico e il greco. È per questo motivo che è necessario nella nostra religione il Libro, e anche se la divina Rivelazione ha orizzonti ulteriori, essa è deposta e s’invera in un testo scritto. Si comprende, così, quanto sia importante possedere una Bibbia, averla ospite nelle proprie case, averla compagna nel viaggio della vita. La Bibbia “ha passi adatti a consolare tutte le condizioni e passi adatti a inquietare tutte le condizioni umane”, ci ricorda il grande pensatore francese Blaise Pascal nei suoi Pensieri (n. 532). È per questo che nei secoli sono sorte tante pubblicazioni della Bibbia: dai primi fragili papiri giunti a noi frammentati ai solenni codici in pergamena, fino alle pagine cartacee delle edizioni a stampa, per non parlare poi di quei fogli quasi immateriali che sono i testi informatici e digitali. L’amore e il rispetto, ma anche la ricchezza simbolica e narrativa delle Sacre Scritture hanno fatto sì che nascessero quei gioielli d’arte e di fede che sono le Bibbie miniate, come è attestato dal codice del XIII secolo, che illustra mirabilmente i due volumi, de La Grande Bibbia d’Europa.